Chi siamo

Il Centro Italiano Storytelling è un gruppo di ricerca che esplora, condivide e sperimenta le potenzialità dello storytelling applicato. Il Centro è un gruppo aperto, variegato nell’esperienza pregressa e nelle ambizioni future, unito dal piacere di apprendere, sviluppare e sperimenta la metodologia dello storytelling come strumento di supporto al sociale, alla comunicazione di impresa, al team building e all’intrattenimento, alla narrazione dei luoghi e delle comunità, e alle altre attività che i vecchi e i nuovi componenti del gruppo conoscono nei loro percorsi individuali di lavoro e tempo libero. 

Il Centro è un’associazione non profit, in cui i soci fondatori e i nuovi amici si incontrano per costruire un luogo di incubazione per percorsi mediante nuove associazioni e imprese vogliano sviluppare attività e servizi basati sullo storytelling applicato.

Il Centro è orientato al nuovo, alla ricerca di nuove metodologie di lavoro e nuovi temi su cui applicare lo storytelling. Il Centro crede in un mondo in cui le persone possano fare propri gli strumenti dello storytelling per crescere umanamente e professionalmente come singoli e come gruppo.

La nostra sede è nel piccolo borgo di Portico di Romagna, dove il destino ci ha fatto incontrare la prima volta. Siamo grati a questo borgo. A Portico di Romagna ci piace ancora ritrovarci più volte l’anno e ospitare, in una vera Italian experience di comunità, i nostri amici di tutto il mondo. Quelli che incontriamo quando siamo noi a fare le valigie per andare a lavorare assieme ad altri in Italia, in Europa e nel mondo.

Giovanna Conforto ritratto

Giovanna Conforto

Direttore Creativo

Sono la direttrice creativa dell’associazione. Ho partecipato a festival ed eventi in tutta Europa, Nord America e Asia. Il mio interesse principale è usare lo storytelling per acquisire, elaborare e trasmettere in modo creativo contenuti creando connessioni e costruendo ponti.

Aurelia Zannetti ritratto

Aurelia Zannetti

Presidente

Sono la presidente dell’associazione. Ho scoperto lo storytelling per caso, ascoltando la storia di una storyteller che parlava in inglese, lingua di cui io non capisco una parola. Ho sentito le vibrazioni della storia. E’ stato amore a prima vista. Mi piace cercare, raccogliere e archiviare le storie, ma anche elaborarle e raccontarle. Sono nata nel Comune di Portico e San Benedetto, dove trascorro alcuni periodi dell’anno, tenendo vivo il contatto con le istituzioni e le persone della nostra valle. Mi piace camminare, leggere e andare al cinema. Non disdegno la buona cucina, la compagnia e il buon vino.

Silvio Mini ritratto

Silvio Mini

Vice Presidente

Sono il vice-presidente e aiuto l’associazione nell’attività di comunicazione e gestione. Lo storytelling mi è arrivato come teoria quando ho studiato comunicazione all’università, ma mi ha affascinato come “metodo” quando ho visto imprenditori commuoversi nel ricostruire la storia della propria impresa.

Lo storytelling è un metodo che mi intriga, ma mi piace salire sui monti, rilassarmi su spiagge deserte e chiacchierare con un calice di vino senza metodo alcuno.

Flavio Milandri ritratto

Flavio Milandri

Storytelling e Sociale

Forse ho le arti visive … nel sangue. Tra formazione, progetti e comunicazione con il Centro Italiano Storytelling guardo il mondo da molti punti di vista differenti. Sono interessato alle arti trasformative, così tra storie, gioco, “arti per il sociale” presiedo l’Associazione Fantariciclando – Educazione, creatività, innovazione e sono co-fondatore della LUnGi – Libera Università del Gioco. Esploratore dell’immaginario, sociologo, saggista, educatore museale, curatore del Metamuseum of secondlifestyle, esperto di Trash Art, gioco con l’apparente anche in Tank – Sviluppo Immagine.

stefania ganzini ritratto

Stefania Ganzini

Segreteria e Amministrazione

Nella vita faccio la traduttrice e scrivo le storie degli altri. Qui mi diverto a raccontarle, ad ascoltarle e a trasmettere il nostro metodo come formatrice, oltre a supportare il Centro per le attività di segreteria. Mi piace viaggiare e anche le storie sono un bellissimo modo per farlo e conoscere altre persone!

anna facciani ritratto

Anna Facciani

Rapporti con Scuole e Associazioni

Provengo dalla poesia e dalla narrativa e mi sono avvicinata allo Storytelling quasi per gioco. Ne sono rimasta affascinata e lo ritengo utile soprattutto nel sociale, per adulti e bambini.
Ritengo che le storie siano parte della nostra più antica natura, e che aiutino a sciogliere i nostri nodi interiori, a leggere meglio dentro noi stessi per scoprire le tante diverse opportunità e i tanti diversi pinti di vista che possiamo usare per raggiungere le nostre mete e risolvere molti problemi. Lo storytelling ha anche una funzione catartica,  ci unisce nelle nostre mille diversità ,ci aiuta a migliorare e a sentirci complici e partecipi gli uni gli altri…