l'archivio delle nostre storie

In questa sezione, raccogliamo le storie che sono state costruite o raccolte durante le attività del Centro Italiano Storytelling. Le storie sono una fonte inesauribile di spunti. Le storie ci parlano, ci trasmettono il sapere dagli insegnamenti più semplici, legati alla vita quotidiana, fino ai temi filosofici e spirituali. Spesso troviamo le stesse storie in molte culture diverse, leggermente modificate, per aderire meglio ad un determinato popolo. Possiamo riconoscerle, farle nostre, variarle, elaborarle senza banalizzarle, ma mantenendone intatta la freschezza e la comunicabilità. 

E così le storie passano di bocca in bocca, di cultura in cultura, di paese in paese, di lingua in lingua; dal passato, al presente, al futuro, lasciando ad ogni ascoltatore un insegnamento, un pensiero, una riflessione, un’emozione, che a sua volta potrà passare a qualcun altro in un gioco infinito di possibilità e sfumature.

È come un intreccio tra l’ordito e la trama che, tessendosi insieme, formano tessuti delle fogge e dai colori più svariati, aiutandoci a dare un senso al nostro vissuto.

Ci impossessiamo delle storie, le modifichiamo, le facciamo nostre e le divulghiamo perché altri se ne possano appropriare e a loro volta trasmettere.

Il tesoro di Aristide

Aristide e Malvina all’arrivo del sesto figlio, avendo esaurito la fantasia, decidono di chiamarlo “Basta” e sarà proprio grazie a quel nome particolare che la storia troverà, se non il tesoro, almeno il suo lieto fine.

Le calzette della befana

Fanny è una bambina un po’ speciale e la sua nonna è ancora più speciale. La storia narra di come nonna e nipote riescono a far diventare speciali anche gli altri bambini della classe di Fanny.

L’acero del giardino del gigante

Il giardino del gigante è un giardino proibito al centro del quale cresce un acero bellissimo. I bambini lo scoprono e diventa il luogo preferito per i loro giochi, approfittando dell’assenza del gigante. E quando il gigante ritorna...

La bambina e la quercia

È la storia di una bambina che ama gli alberi e aiutata dallo zio, pianta una ghianda da cui nascerà una quercia, figlia di una grande quercia nel giardino dell’infanzia.

Il chicco di grano perduto

La storia narra di un vecchio passero affamato che finalmente trova un chicco di grano che è molto prezioso, ma lo lascia in custodia ad uno spaccapietre per farsi il suo bagno rituale e quando torna non trova più il chicco. Chiede allo spaccapietre di aiutarlo a ritrovare il chicco, ma lo spaccapietre ha da fare, deve finire il ponte perché di lì dovrà passare il maraja. E poi continua a chiedere a personaggi sempre più importanti di aiutarlo, ma tutti si rifiutano perché devono fare cose più importanti, fino allo stesso maraja. Sarà una piccola formica a risolvere la situazione e a far si che qualcuno aiuti il povero passero a ritrovare il suo chicco di grano.

Colin e John

La storia tratta di due amici che dopo aver passato una vita condividendo tutto quanto, dalla scuola, alla famiglia, ai figli che crescono e se ne vanno, fino a quando si ritrovano vecchi e soli e si mettono a litigare per un motivo banale e da quel momento l’odio subentra all’amore e li allontana sempre di più.E’ l’intervento di un giovane che costruisce un ponte tra di loro riportando la pace e l’affetto di una volta.